Blog: http://darksong.ilcannocchiale.it

Rhapsody II...





Symphony of Enchanted Lands (1998)

Il cd si apre con Epicus Furor, un'intro in latino (che diventa una specie di marchio di fabbrica dei rhapsody ;-) ) che serve per ricreare subito l'atmosfera del primo album... il furore epico è l'ira del guerriero che si abbatte sui discepoli del Male...

Le note finali di Epicus Furor si trasformano in un potente attacco metallaro per Emerald Sword... In questa canzone il guerriero affronta l'ultimo ostacolo sul suo cammino per impugnare la spada leggendaria: il drago Tharos! Ma in realtà Tharos è una vittima del Re del Male Akron, legato da un incantesimo e costretto a uccidere tutti gli eroi che si mettono in cerca della spada di smeraldo...
Il guerriero dei ghiacci però è il predestinato, predetto dalla profezia, niente può impedirgli di trovare la Spada di Smeraldo... e liberare il drago dall'incantesimo!!! D'ora in poi Tharos combatterà contro Akron al fianco del guerriero del nord!
La song è epicissima con frequenti riprese classiche (in stile vivaldi) che seguono la melodia metallara....

La terza song si intitola Wisdom of the Kings e finalmente il guerriero dei ghiacci impugna la spada e può partire per seguire il suo destino...

Heroes of the lost valley è un interludio strumentale/narrato... gli spiriti degli eroi caduti si risvegliano per marciare al fianco dell'eroe...

"sì, potente guerriero... quelle che ora senti sono le voci sofferenti di tutti gli eroi che hanno attraversato queste terre prima di te... hanno concluso tragicamente il loro cammino ma la loro sete di vittoria è ancora viva e respira attraverso queste rocce corrose dalla furia dei venti... il loro orgoglio adesso cavalca con te!"

E via con la quinta song, Eternal glory, una cavalcata epica, un pezzo metallaro-sinfonico capace di riempire di fierezza ogni cuore valoroso! smile.gif

La sesta song (Beyond the gates of infinity) vede il guerriero del nord alle prese con i non morti dell'inferno, servi di Akron ansiosi di trascinarlo con loro al di là dei cancelli dell'infinito...

La settima song (On wings of destiny) è forse la più bella dell'album, uno struggente canto d'amore del guerriero per le terre incantate...

Ma non è ancora tempo di riposare, la pace e l'amore sono ancora una debole fiammella nella guerra contro Akron... il guerriero e il drago devono affrontare la torre dell'abisso (the Dark Tower of Abyss) difesa da spettri che cavalcano demoni alati...
La song è maestosa, arrangiata su una fuga di Vivaldi... già dall'attacco di organo si capisce l'atomsfera...

Riding the winds of eternity... la nona song è un'invocazione del guerriero ai quattro venti...

L'album si conclude con la song da cui prende il titolo, la sinfonia delle terre incantate... è un pezzo complesso diviso in quattro parti...
-Tharos' last flight... torna la voce narrante, accompagnata da una melodia triste, che ci racconta di come Tharos sia stato ucciso... ma la sua memoria vola ancora al fianco del guerriero...
-the hymn of the warrior... il guerriero prega per la sua vittoria... dalla tristezza della prima parte l'atmosfera diventa pian piano sempre più epica...
-rex tremende... coro latino, sfida metallara, ripresa classicheggiante... u tripudio di epicità che ci lascia con la speranza per il prossimo episodio...
-the immortal fire... il commiato di questo capitolo della saga è una sorta di investitura... la voce narrante sprona il guerriero a marciare contro le armate di Akron...

-to be continued...






Pubblicato il 11/1/2006 alle 22.40 nella rubrica Musica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web